società · 27. aprile 2022
Da qualche giorno gira la voce, da poche ore confermata sui giornali italiani, che il presidente del Coni sarebbe d’accordo con le indicazioni del Coi di escludere i tennisti russi dai tornei internazionali d’Italia, Atp (maschili) e Wta (femminili). Nello specifico, sarebbe inibita ai tennisti russi la partecipazione agli internazionali di Roma, in programma nel mese di maggio. Il tutto con il beneplacito del Ministro degli Esteri, il quale, in una dichiarazione sul tema, ha evocato...
opinioni · 08. aprile 2022
La vicenda della preside del liceo Montale di Roma è certamente il caso del momento. Ma perché, non l’ho ancora capito. Si è esposta mediaticamente una professionista con l’accusa di avere una relazione con un diciannovenne, studente presso l’istituto scolastico da lei diretto. Relazione, peraltro, smentita dalla stessa Preside. Si è gridato allo scandalo, e non ho capito come mai. Si sono pubblicate le chat fornite dallo studente, ma non si è pubblicato il nome dello stesso,...
società · 26. febbraio 2022
Perché si sta combattendo in Ucraina, io non l’ho capito. O meglio, ho sentito alcune motivazioni che Putin e i suoi hanno divulgato in alcuni video-comunicati ed ho ascoltato esperti opinionisti e giornalisti informati, tuttavia non ho ancora compreso il senso dell’attacco russo al popolo ucraino. Probabilmente la questione è molto più semplice di come appare e, ancora una volta – come spesso accade quando si parla di guerra e politica – bisogna disturbare sir Winston Churchill per...
politica · 19. ottobre 2021
“C’è un’azione peggiore che quella di togliere il diritto di voto al cittadino, e consiste nel togliergli la voglia di votare” ha detto Robert Sabatier e, mai come in questo caso, quella affermazione sembra più calzante. Dopo ogni tornata elettorale siamo stati abituati a conferenze stampa nelle quali tutti gli schieramenti e i partiti vantano una qualche vittoria. Le ultime elezioni amministrative hanno certamente segnato una sconfitta del centrodestra, ammessa peraltro dagli stessi...
società · 09. maggio 2021
“La mia libreria è come un Caffè Letterario a Tor Bella Monaca, vuole far riflettere” - queste le parole con cui una libraia di Roma ha chiuso un’argomentazione sul perché non vuole vendere il libro di Giorgia Meloni - “Io sono Giorgia” - nella sua libreria. Chiariamo subito un punto: nella sua libreria, secondo la legge, la titolare può decidere di vendere o meno quello che gli pare. Questa scelta, però, seppur legittima, è una violazione della libera circolazione delle idee e...
politica · 20. aprile 2021
Non nutro antipatia per Beppe Grillo. Anzi, quale comico l’ho sempre trovato divertente. Nei suoi spettacoli, poi, gli ho sempre riconosciuto una certa funzione sociale, specie quando portava alla luce vicende del nostro Paese che gli organi di stampa trattavano poco o niente. Il suo modo di fare spettacolo consentiva agli spettatori di guardare le cose da una prospettiva diversa - poi, come sempre, ognuno poteva condividere o meno le sue posizioni. Ad un certo punto è diventato un politico...
società · 15. marzo 2021
Dal momento che ogni nuovo intervento politico-normativo viene appellato da buona parte della classe dirigente degli ultimi anni come “storico”, “epocale”, ecc., non sarebbe esagerato chiamare quello delle fake news il problema del secolo! Eppure, a ben vedere, sembra una situazione che in qualche modo faccia comodo un po' a tutti. Un tempo furono le bufale. Termine troppo nostrano per mantenerlo in uso in un momento storico che preferisce – una parentesi nostalgica per me è...
società · 01. febbraio 2021
La politica, si sa, è una cosa seria - alcuni la definiscono un’arte. Purtroppo, di questi tempi, viene fatta molto male. È sempre meno apprezzata dai più, guardata con sospetto dai cittadini comuni e, talvolta, con rassegnazione - “quelli pensano solo ai loro interessi” è la frase che sento dire più spesso rivolta ai politici. Certamente lo spettacolo che viene dato da gran parte della classe dirigente è spesso imbarazzante, quando non penoso. La sensazione è che, effettivamente,...
02. dicembre 2020
Per favore, diamo alle cose il loro giusto nome. Va bene che nell’era degli slogan facili e dell’oblio del pensiero critico, la categorizzazione è l’unico mezzo per far passare dei messaggi nei confronti dei pigri d’intelletto, ma facciamo in modo che quei messaggi siano coerenti con il significato delle parole. Premessa d’obbligo. C’è una parte del Paese che non nega l’esistenza del Covid-19 e manifesta nelle piazze per condividere un disagio legato a preoccupazioni concrete....
società · 08. novembre 2020
Chi lo ha detto che la storia è noiosa? Se qualcuno pensa una barbarie del genere si ritagli un’oretta per ascoltare una lezione di Alessandro Barbero. Non si tratta del classico fenomeno del momento, come tanti ce ne sono nell’era di internet. Neppure di un ampolloso oratore dei fatti del passato. Piuttosto ci si troverà davanti ad un appassionato oratore di eventi storici al servizio di un uditorio di potenziali fan: suoi e della storia. Mi ero rassegnato ai Grande Fratello Vip e “non...

Mostra altro